BRIEF REVIEW
L'influenza della Turchia nei Balcani occidentali tra proclami e realtà
21.11.2018 - Luca Tarantino
A partire dalla dissoluzione della Jugoslavia negli anni ’90, la Turchia ha iniziato a nutrire un crescente interesse nei confronti dei Balcani occidentali. La forte presenza di cittadini musulmani nella regione, (8 milioni e mezzo ne vivono tra Bosnia, Albania e Kosovo) insieme al fatto che quell’area per lungo tempo è stata soggetta al giogo dell’Impero ottomano, hanno r...
LEGGI TUTTO
La risposta di Unione Europea e Stati Uniti alla Belt and Road Initiative
14.11.2018 - Luca Tarantino
Il 15 ottobre il Consiglio Affari Esteri dell’UE ha approvato la “strategia dell'UE in materia di connessione tra l'Europa e l'Asia”, la quale è stata poi presentata a Bruxelles il 18 e 19 ottobre all’Asia-Europe Meeting (ASEM), forum dedicato al dialogo e alla cooperazione interregionale a cui partecipano 51 Stati compresi Cina, India e Russia.Basata su una comunica...
LEGGI TUTTO
L’effetto del rinnovo delle sanzioni Americane sull’Iran
07.11.2018 - Antonio Scaramella
Come annunciato dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump l’8 maggio scorso, il 5 novembre sono tornate in vigore tutte le sanzioni che la precedente amministrazione statunitense aveva fatto decadere con la firma del Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA) nei confronti dell’Iran. Colpiranno principalmente il settore petrolifero ed energetico, vitali per l’economia del pae...
LEGGI TUTTO
La disputa sulle acque del Nilo tra Egitto e Etiopia
09.10.2018 - Giulia Guadagnoli
Il 10 giugno si è svolto l’incontro al Cairo tra il Primo Ministro dell’Etiopia Abiy Ahmed Ali ed il Presidente dell’Egitto Abdelfattah al-Sisi. Il meeting aveva come oggetto l’annosa disputa sullo sfruttamento delle acque del Nilo e sulla Grande Diga del Rinascimento Etiope (GERD), situata in Etiopia a 15 chilometri dal confine con il Sudan, vicino al lago Tana, la ...
LEGGI TUTTO
La criminalità organizzata al servizio della guerra ibrida russa
19.09.2018 - Giulia Lillo
Il concetto di "guerra ibrida" russa si riferisce all'uso, da parte di Mosca, di un'ampia gamma di strumenti sia militari che non militari per tutelare i propri interessi nazionali attraverso azioni ostili che escludono situazioni di conflitto aperto. L'uso di strategie ibride da parte della Russia è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, costituendo il tratto distintivo dell'atteggiamen...
LEGGI TUTTO
Le possibili conseguenze politiche dei recenti scontri a Tripoli
05.09.2018 - Lorenzo Marinone
Gli scontri a Tripoli iniziati il 26 agosto scorso, e bloccati solo da un fragilissimo cessate il fuoco il 4 settembre, sono la conseguenza diretta di due fattori ben precisi: l’incapacità delle istituzioni centrali di dare nuova unità a una Libia frammentata sul piano politico, sociale e militare; e l’avventatezza delle soluzioni politiche proposte da parte della Comunit...
LEGGI TUTTO
Il ruolo dell’ ”Angola Mode” nelle relazioni tra Cina e Luanda
03.09.2018 - Giulia Lillo
L’Angola è certamente uno degli Stati che hanno maggiormente beneficiato degli obbiettivi di espansione commerciale del mercato cinese. La strategia di penetrazione economica della Cina in Angola fa leva su una precisa modalità d’intervento che ha lo scopo di trasformare il Paese, finanziariamente povero ma ricco di risorse, in uno dei principali partner per il gigante ci...
LEGGI TUTTO